Huawei Ascend P1: Flashare Recovery, Custom Rom e GApps

1 04 2015

Non mi ritengo responsabile per qualsiasi danno venga provocato al vostro dispositivo, se sbagliate qualcosa ditemelo e proverò ad aiutarvi, ma se fate grossi errori, son cavoli vostri.

Dopo anni di pausa dal blog torno con una guida eccezionale per i possessori del Huawei Ascend P1, alzate le mani chi ce l’ha. Ora alzate le mani chi l’ha già rootato.Ottimo

Nella mia guida non ho voluto mettere come si roota il Huawei Ascend P1 perchè tanto ormai ci sono cosi tanti tool in giro che fanno tutto loro, vi basta solo attivare il debug usb, installare il programma sul cellulare o sul PC (tipo KingRoot )

Per il flash della recovery(se già non ce l’avete una, vi servirà ADB+FastBoot in 15 secondi avrete installato tutto

Quando lo avrete collegato in modalità debug vi chiederà i drivers, li trovate qua

Comunque, se ben ricordo servivano anche le android sdk

Torniamo al discorso, se avete il root, e avete anche una recovery, che trovate qua vi consiglio la TWRP in questo caso, potete flasharla in fastboot mode (accendendolo tramite power + Volume- )

prima di provare a flashare la recovery controllate che fastbook trovi il vostro P1, se vi dice ok bene, potete fare

fastboot flash recovery recovery.img dove recovery.img è il nome della vostra recovery, quindi se decidete ti chiamarla fancypants.img dovrete scrivere fastboot flash recovery fancypants.img oppure fare come faccio io quando sono pigro e se il cmd ve lo fa fare, ah già dimenticavo, dovete aprire il cmd con privilegi di amministratore, quindi fate cosi, ve lo consiglio spassionatamente, visto che in modalità di amministratore il trascinamento non viene minimamente considerato, copiate la vostra recovery sul c:\ e poi quando siete in cmd fate cd c:\ cosi quando scriverete il comando di prima ve la trova subito.

Ma ora passiamo alle cose importanti, avete già la custom recovery installata e magari non è nemmeno l’ultima versione(quindi magari è leggermente sconsigliata) andremo ad aggiornarla col mio metodo.

Tornate qui

scaricate il zippato chiamato flashable recovery (chi ha inventato quel zippato deve essere santificato) scaricate la nuova recovery da rendere flashabile dalla vostra recovery attuale, e fate cosi, aprite lo zip(senza estrarlo, solo aprirlo) prendete l’img della recovery(da notare la recovery deve chiamarsi recovery.img , è obbligatorio per il perfetto funzionamento dello zip)  e trascinatela nello zippato flashabile, ecco fatto, ora avete la vostra recovery flashabile.

Consiglio spassionato: Da dentro la vostra custom recovery fate un backup completo, cosi da avere un’ancora di salvataggio, just in case.

Mettete la recovery flashabile, la custom rom e le gapps sulla sd.

Vi serve la custom rom? qui trovate le ultime disponibili per il vostro dispositivo(io ho scelto l’ultima custom rom rilasciata da spanorg, la CM 11 di agosto 2014)

Mi dispiace ma l’ultima versione disponibile, in termini di versione di Android, è la 4.4.4, quelli che speravano(come me) di poter mettere il Lollipop son stati delusi.(Che ci frega, possiamo sempre scaricare il tema di Lollipop per il nostro 4.4.4 CM 11 :D)

Vi ricordo, e ve lo ricordo 2 volte, che il nostro dispositivo viene identificato con il termine “viva”,ho letto che alcuni hanno avuto problemi in tal senso perchè li identificava come p1, che è errato, perchè p1 indica se ben ricordo un samsung.

Comunque, avete fatto il backup sull’SD? consigliato vivamente di salvarvelo sul pc just in case something bad happens alla SD.

Scusate il mio inglese esce fuori perchè non ci sono troppo abituato a scrivere le guide in italiano. In pratica ho detto, se succede qualcosa al backup che avete sulla SD e avete il backup sul pc, siete comunque a cavallo, eh si sono un po’ paranoico su certe cose. Meglio prevenire che usare il vostro smartphone come fermacarte.

Mi dispiace se nel video non sono stato il più professionale possibile, un po perchè ero emozionato perchè avevo la cm 10.2 che iniziava a comportarsi male dopo 6 mesi, un po’ perchè passavo dalla ClockWorkMod alla TWRP.

Da notare durante l’operazione del wipe, ho avuto esitazione tra l’advanced wipe e format data perchè la twrp non la conosco, e da quello che ho capito, il format data è un mix di wipe data+internal storage, mentre l’advanced wipe con solo data è il factory reset, alla fine basta seguire il video e siete ok.

Si lo so, la twrp è touch e dovevo trascinare per scorrere i files.

Preliminari: backup di tutto il backuppabile, contatti, sms logs, emails, tutto, insomma il solito, cosi da avere almeno uno smartphone già pronto all’azione) consiglio titanium backup o super backup.

Fasi importanti del video, dalla CWM 5.0 ho fatto install zip from sdcard e poi non mi ricordo qual è la prima opzione, ma sarà stata tipo un scegli uno zip dalla sd card o simile,anche perchè le altre opzioni non servivano al nostro scopo.

Cercate la vostra flashable recovery e cliccateci sopra, e la installerà.

Tornate al menù principale e riavviate il telefono. Da come avrete capito tornerà nel vostro attuale sistema operativo, quindi quando siete dentro spegnetelo e ritornate nella recovery.

Da notare il vostro telefono deve avere la batteria almeno al 80/85% giusto per essere sicuri.

Seguite il video con i vari wipe, Dalvik, cache, system, data e cosi lo avete pulito.

Poi installate la rom con install e mettete la rom(ricordatevi, le rom compatibili sono chiamate viva, se ne mettete una non compatibile al vostro dispositivo è al 99% sicuro che non funzionerà)

e successivamente installate le GApps.

Quando avrete fatto anche questa operazione, potete riavviare il dispositivo.

La prima volta ci metterà “un eterno a caricare” poi decidete voi che impostazioni dare al dispositivo, il mio era solo come scelgo io 😉

Cose da fare. installare il battery calibrator e seguire le istruzioni, giusto per calibrare le info sulla batteria cosi a non avere dati non corretti.

Per chi vuole il tema del Lollipop(io l’ho messo per sfizio, ma è opzionale) andate su Impostazioni, temi, pacchetti tema e scaricate nuovi pacchetti, ci sarà il lollipop. Quando lo installate potete installare tutto, ma io ho tralasciato l’animazione di boot perchè mi piace quella del cyanogenmod.

Vi lascio al video.

Annunci




How to install Guest Additions in Linux?/ Come installare le Guest Additions in Linux?

7 02 2011

Ita:
E cosi finalmente essere anche in grado di modificare la risoluzione della vostra macchina virtuale, o direttamente in full screen? sarebbe una bella soddisfazione personale no? 😀
Controllate se il sistema è 32 o 64 bit
Aggiungete la iso delle guest additions dal menù
Esplorate il cd
copiate il file giusto, VBox ecc ecc 32 o 64 sulla scrivania
Dal terminale: cd Scrivania
*opzionale* ls   [per controllare i files nella cartella]
chmod +x VBox   [e premi TAB per far completare il nome]
sudo ./VBox    [Ancora TAB]
Quando ha finito, un bel riavvio e siete a posto.
________________________________________
Eng:
And finally may be able to fix the screen resolution of your virtual machine, or directly in fullscreen? It would be great, doesn’t it? :
Check if the O.S is 32 or 64 bit
Add the guest additions iso from the menu
Explore the cd
copy on the Desktop the right file, VBox etc etc 32 or 64.
Depending on your system, 32 or 64 bit
Terminal: cd Desktop
*optional* ls   [to check/list files in directory]
chmod +x VBox   [And press TAB to complete it]
sudo ./VBox    [Press again TAB]
When he finishes, reboot the virtual machine.





Convertire un file mp3 in QCP / How convert a MP3 file to a QCP

23 01 2011

Me l’han chiesto, e io ho risolto 😀
E’ stata dura ma ce l’ho fatta.
Il procedimento è semplice:
Aprire Audacity, trascinare la canzone dentro al programma, dividere la traccia stereo in mono, salvarla in formato Wav(Microsoft) signed 16 bit, e poi convertire il file wav in qcp con il programma PV convert trascinando il file dentro all’exe.
PV Converter

_____________________________________________________
Someone asked it, and I solved it.
It’s been hard, but I did it.
Steps are easy:
Open Audacity, drag the file inside, split the audio in 2 mono tracks, and save it as Wav(Microsoft) signed 16 bit, and then convert it with PV convert, dragging the file inside the exe.
PV Converter





Come convertire i files QCP in mp3? How convert QCP files in Mp3?

14 06 2010

Oggi vi spiego come convertire i files QCP(PureVoice) in mp3.
Questi files sono un formato di registrazione audio per alcuni tipi di cellulare, quindi vediamo come fare.
Cercando per il web, ho trovato pochissimo, e l’unico(almeno penso) che riesce a farlo è Free Mp3/Wma/Ogg Converter un programma gratuito(si lo so c’è anche la versione plus, ma non ci importa,quello free basta e avanza)
Lo installate, aprite e poi cliccate su Add.. adesso scegliete il tipo di files, Tutti, cosi mostra qualsiasi estensione, e possiamo trovare il nostro file qcp.
Cliccate avanti, scegliete l’estensione, e convert. Fine. Pià semplice di cosi 🙂
_________________________
How to convert QCP(PureVoice) in mp3.
These are audio recording files for some models of cellphone, so let’s see.
Lurking the web i found almost nothing, but the only(I think) able to make it so it’s Free
Mp3/Wma/Ogg Converter

a free program(I know, plus version blablabla, free is enough)
Install it,Open it, click Add.. choose the all extensions, find your file and click next, choose mp3 and convert. Done. Easy!





A free OpenSource Video Editor for Windows? Welcome FilmFree!

30 04 2010

A newborn project caught my eye while surfing SourceForge.
FreeFilm appears to be a good alternative to Windows Movie Maker. It’s an Alpha or Beta i didn’t understood that(screenshot says beta, some says alpha)
We have to compare it to the lowest product for video editing, we can’t compare it immidiatly with some giant like Sony Vegas 😀
By the way, from the screenshots, it looks good.
http://filmfree.sourceforge.net/screenshots.html
I didn’t tried it yet because I have to install the latest .Net framework 4.0, so stay tuned 🙂

Edit: I tried it, and what I can say is: it needs lot of work(luckily is a newborn project), it has 3 effects, but I’m hoping soon will have more features)
We will see what the future will bring.
________________________________________________
Un progetto interessante mi ha colpito mentre girovagavo per SourceForge.
FreeFilm sembra essere una buona alternativa a Windows Movie Maker. E’ allo stato Alpha/Beta, quindi come ho già detto, è un progettino appena nato.
Dobbiamo compararlo per forza di cose con il “peggiore” della categoria, non possiamo compararlo con un colosso come Sony Vegas.
Dalle immagini sembra veramente una buona partenza

http://filmfree.sourceforge.net/screenshots.html
Non l’ho ancora provato perchè devo installare il .Net Framework 4.0, quindi, state sintonizzati 😉

Edit: E’ un progetto mooolto appena nato, ha 3 effetti soltanto e non è ancora al livello di WMM,ma ce la farà, ne sono sicuro 🙂
Vedremo cosa ci porterà il futuro.





Come convertire un PDF in PNG? /How convert PDF to PNG?

2 04 2010

A tutti piace il formato PDF, comodo,veloce, però molte volte ci serve un foglio del pdf e non sappiamo come fare.
Bene, se avete a portata di mano Gimp, lo potete usare per fare questo veloce processo di esportazione/conversione delle pagine del PDF.
Quello che vi serve è:
-Gimp
-Lo script per salvare tutti i livelli
Gimp lo trovate a questa pagina
Lo script a questa
Per gli utenti di Windows, scaricate lo script, andate nella cartella di Gimp, c’è la cartella chiamata scripts, incollatela dentro li(mi raccomando, Gimp deve essere chiuso)
Poi seguite il procedimento del tutorial
____________________________________________________________________
Anybody likes the PDF format, easy,fast, but sometimes we need just some parts of it and we don’t know how do that.
If you have Gimp, you can use this fast process to do this conversion/export of those parts.
You will need:
-Gimp
-A script that saves all the layers(since Gimp can save just one layer per time if is PNG)
Gimp
Script
For Windows users, go to the Gimp Folder, you will find a scripts folder, paste the script there, then follow the tutorial(Gimp must be closed before this action)





Come creare sottotitoli? / How make subtitles?

24 03 2010

Aegisub è un bel programmino per fare i sottotitoli, è open source, è disponibile per Windows, Linux, Mac e FreeBSD.
Visto che con Windows e Mac non c’è troppa difficoltà nell’installarlo, vi mostrerò come si installa su Linux 🙂
_____________________________________________________________________________

Aegisub is a nice application to make subtitles, open source, and it is available for Windows,Linux,Mac and FreeBSD.
Since installing it on Windows or Mac is too simple, i’m gonna show you how to install properly on Linux.

sudo -s
add-apt-repository ppa:riccetn/aegisub
apt-get update
apt-get install aegisub